Farmaci antivirali

0
890

Argomento molto discusso e che ancora oggi divide la popolazione: alcune persone li considerano efficaci e altre no. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, ma prima di andare nello specifico per capire cosa sono questi farmaci antivirali facciamo un riassunto di quello che sono i virus.

I virus sono agenti infettivi di dimensioni molto piccole, costituiti solo da proteine e un unico tipo di acido nucleico(DNA o RNA), sono sprovvisti di motilità propria e per potersi replicare si servono di altre cellule, nelle quali sfruttando i meccanismi biologici della cellula in cui si trovano e trasferiscono il materiale genetico.

Cosa sono i farmaci antivirali? Sono tutte quelle molecole, anche molto diverse tra loro, che contrastano la moltiplicazione dei virus patogeni all’interno dell’organismo, e quindi curano le infezioni da essi causate.

I farmaci antivirali devono essere in grado di colpire selettivamente le diverse tappe dell’infezione virale. Il farmaco ideale dovrebbe ridurre i sintomi della malattia senza però modificare la risposta così tanto da prevenire una risposta immune nell’ospite. È stato molto difficile sviluppare farmaci che distinguessero i processi replicativi virali da quelli dell’ospite. Infatti i primi casi furono tossici per l’organismo e il loro uso fú destinato ad un piccolo numero di casi. I farmaci antivirali sono importantissimi per i virus per i quali non è ancora presente un vaccino.

Qual è il loro meccanismo d’azione?

I meccanismi dei farmaci variano, infatti dipendono dal tipo di farmaco. Alcune volte il farmaco é attivato da enzimi cellulari prima di attivare l’inibizione della replicazione virale; i farmaci più selettivi sono attivati da enzimi codificati dal virus nella cellula infettata.

Oggi gli agenti antivirali in commercio si possono classificare in quattro gruppi:

Farmaci anti virus influenzali:
L’ amantadina è in grado di contrastare il virus influenzale A; Lo zanamivir e l’ oseltamivir in grado di contrastare i virus influenzali di tipo A e B, compresi quelli più resistenti.

Farmaci anti viruserpetici:
L’ aciclovir è l’antivirale di riferimento per contrastare l’herpes. È efficace sia contro l’Herpes simplex che contro la varicella e l’Herpes-zoster. Abbiamo poi i valaciclovir, penciclovir e famciclovir che hanno uno spettro d’azione simile all’aciclovir, ma presentano più effetti collaterali.

Farmaci anti virus epatotropi:
interferoni, per il trattamento di diversi tipi di epatiti e la ribavirina, utilizzata nell’epatite C cronica.

Farmaci anti HIV:
la terapia Highly Active Anti-Retroviral Therapy, cioè terapia antiretrovirale altamente attiva consiste nell’uso associato di più antivirali nella terapia dell’infezione da HIV. È necessaria questa associazione? Si, poiché con la monoterapia questo virus diventa facilmente resistente. Tra gli antivirali utilizzati contro il virus dell’HIV ci sono la zidovudina, il fosamprenavir e il metilsoprinolo.

I farmaci antivirali riescono ad aiutare anche la branca dell’oncologia in quanto secondo gli studi dell’American Society for the Study of Liver Diseases nel tumore del fegato causato dal virus dell’epatite C, l’utilizzo dei farmaci diretti contro il virus è in grado di migliorare significativamente la sopravvivenza dei malati. Attenzione però, Il tumore si sviluppa per effetto di un’infezione cronica del virus. Occorrono infatti anni affinché l’epatite C faccia il suo corso causando lo sviluppo del tumore al fegato, inoltre negli ultimi anni grazie allo sviluppo dei farmaci antivirali ad azione diretta, con terapie che possono durare anche solo 8 settimane è possibile eliminare definitivamente l’epatite C.

Come possiamo trovare gli antivirali in commercio?

Possiamo trovarli sotto forma di compresse, capsule da assumere per via orale, sotto forma di soluzioni per iniezioni o per quanto riguarda l’herpes labiale sotto forma di crema. Bisogna essere in possesso della prescrizione medica per acquistarli e qualora si dovessero avere dubbi sulla quantità da assumere o sulla duratadel trattamento bisogna consultare il foglietto illustrativo o il medico perché potrebbero avere controindicazioni gravi(in particolar modo i farmaci antivirali usati per combattere L’HIV).

Articolo precedenteVitamina C contro il Coronavirus?
Articolo successivoIl tampone
All’età di sei anni ho deciso che avrei fatto il medico, oggi giorno dopo giorno sto concretizzando questa passione e ho deciso di condividerla attraverso la scrittura con più persone possibili. “Quando senti tutto contro di te, ricorda che l’aereo decolla contro vento.”