Il coronavirus è stato creato in laboratorio?

0
717

Tra le tante figure turbocapitalistiche che stanno diffondendo la falsa notizia che il virus sarebbe stato creato in laboratorio ci sono Diego Fusaro e Fabio Massimo Castaldo.

La fake news trova origine nella intervista fuorviante rilasciata da Dani Shoham, un ex ufficiale dei servizi segreti israeliani (c’è sempre un ex ufficiale dei servizi segreti israeliani in ogni fake news che si rispetti) per il giornale Washington Times notoriamente poco affidabile e da non confondere col Washington Post molto più attendibile.

La teoria complottistica afferma che il virus sarebbe fuggito per sbaglio da un laboratorio segreto nei pressi di Wuhan. In effetti nei pressi di Wuhan esiste davvero un centro di ricerca su virus e batteri con livello di sicurezza massimo (4) chiamato National Bio-safety Laboratory.

In questo laboratorio cooperano scienziati di nazioni diverse come Francia, USA e Australia quindi risulta decisamente assurdo pensare che degli scienziati cinesi possano isolarsi dagli altri e condurre esperimenti segreti durante l’orario di lavoro di colleghi internazionali.

Lo stesso Shoham ha inoltre dichiarato che “ad oggi non c’è alcuna prova che ci sia stato un incidente” e che “l’intero contagio potrebbe avere ovviamente una origine naturale”.

La cosa che più rattrista è che questa tesi complottista è stata ripresa da diverse testate e telegiornali molto famosi come Tgcom24 nella persona del direttore stesso, Paolo Liguori in data 25 gennaio. Altri esempi sono Il Messaggero, Libero, Tpi e Il Giornale.

Fattore che rende completamente irrealistica l’ipotesi complottistica è che SARS-CoV-2 non ha le caratteristiche di un virus-arma. SARS-CoV-2 ha elevata trasmissione e bassissima mortalità. Un’arma biologica deve avere esattamente le caratteristiche opposte.